Associazione Onlus Filo
Loading…
F.I.L.O.

F.I.L.O.

F.I.L.O.

News & Eventi

Testimonianze dal Nazionale SOI di Villasimius - parla il Presidente di F.I.L.O. Onlus
di Associazione F.I.L.O. - 27 maggio 2013 18:47

Nella pagina Facebook degli Special Olympics si possono trovare tante foto e testimonianze dei giorni indimenticabili passati in occasione dei XXIX Giochi nazionali estivi...
Clicca qui per vedere la pagina Facebook


Di seguito potrete leggere la testimonianza del nostro presidente!

Ferdinando: DIAMO LORO UN'OCCASIONE IMPERDIBILE

Per anni impegnato nel settore Tennis di Special Olympics Italia, Ferdinando Taschini, attualmente non ricopre incarichi dirigenziali ma si occupa della società Filo Onlus di Roma, dove insegna la nobile disciplina ad un nutrito gruppo di atleti speciali. :<Siamo presenti qui con ben tredici atleti e tanti altri partiranno a Lodi per affrontare le gare di Bowling> sottolinea con chiarezza Taschini. La sigla F.I.L.O, sintetizza la frase “Fissare l'obiettivo” (l'acronimo corretto è Fissare Insieme L'Obiettivo) che non solo corrisponde al nome dell'associazione ma riassume un messaggio ben chiaro, riguardo le finalità che persegue: Insegnare sport a questi ragazzi equivale a dare loro un occasione imperdibile per vivere la loro disabilità in modo sereno e costruttivo> Considerata la sua grande esperienza nel settore potrebbe citare tantissime testimonianze eccellenti, ma focalizza l'attenzione su due ragazzi che fanno parte della truppa sbarcata in Sardegna< Federico, e lo indica mentre parla, è il classico esempio di quanto vi dicevo poc'anzi. E' arrivato presso di noi qualche anno fa con molte difficoltà sia motorie che relazionali ed ora grazie all'impegno che mostra durante le nostre attività settimanali, ha fatto progressi enormi ed il prossimo mese sarà ulteriormente gratificato dalla sua prima esperienza all'estero, quando sarà impegnato insieme ai suoi compagni in una gara in svizzera. Una altra bella storia è quella di Adriano, l'ultimo arrivato nella nostra realtà con alle spalle una esperienza poco positiva in ambito sportivo ma al di fuori di special olympics. Proprio in questi giorni qui al Tanka Village, durante uno dei nostri rituali e conviviali briefing postpartita, ha sorpreso tutti mentre all'improvviso ci ha abbracciato e ciha ringraziato per averlo fatto sentire come a casa propria. E' inutile dire che siamo finiti in lacrime per la commozione...


Condividi: facebook twitter linkedin myspace technorati yahoo google reddit wikio okno del.icio.us Digg Segnalo

ArchivioArchivio  CercaCerca  InviaInvia  StampaStampa  PDFPDF  RSSRSS           Letture 1036, stampe 465